Verso le amministrative a Citerna e San Giustino: Lignani (FD’I) “non ho ne nomi da fare ne consigli da dare”

"Il mio ruolo? da semplice militante. Quello che serve nella prossima tornata elettorale, che coinvolgerà i Comuni di San Giustino e Citerna, è una figura che funga da collante, che sfugga dai classici schemi della politica tradizionale. I partiti facciamo un passo indietro, si cerchi un candidato che rispecchi la volontà di tutti gli elettori e non di una sola parte. Su una cosa, però, mi sento di prendere una posizione ferma, non accetterò che il sindaco che sceglierà la coalizione di centro destra, sia animato da motivi diversi da quelli che il ruolo di primo cittadino impone. Sarò chiaro per non essere frainteso, in primo luogo, vengono gli interessi dei propri concittadini, non c'è spazio per nessun personalismo . Detto questo, non entro nel merito, San Giustino e Citerna sono in grado di scegliere da soli il proprio candidato, senza consigli o imposizioni da chi, come me, vive e lavora in altri territori e poco conosce le realtà di cui stiamo parlando"

Condividi... Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+